Adeline Masbrata e Keyshot 29 Luglio 2022 – Pubblicato in: KeyShot

Adeline Masbrata si è laureata in Industrial Design presso la San Jose State University. Artista e artigiana di talento, ha scoperto che il design industriale era lo sbocco perfetto per la sua creatività. Continua a leggere per scoprire come KeyShot ha aiutato Adeline a crescere come designer e a dare vita alle sue idee.

Adeline Masbrata

Software di modellazione utilizzato: SolidWorks
adelinemdesigns.com | Instagram

Come ti sei avvicinata al design industriale?

Ho sempre avuto una passione per la creazione sin da quando ero piccola, che si trattasse di disegnare, dipingere o fare artigianato. Ho imparato a conoscere il design industriale mentre cercavo una carriera da perseguire. Mi sono interessata al programma di design industriale della San Jose State University quando ho visto che era classificato tra i primi dieci negli Stati Uniti. Ho pensato che la descrizione online suonasse interessante, quindi ho deciso di provarci. Negli ultimi quattro anni della mia carriera universitaria, mi sono innamorata del design industriale: è la combinazione perfetta tra passione per le persone, problem solving e creatività.  

Raccontaci alcuni progetti su cui hai lavorato.

Penso che la pandemia di COVID-19 abbia avuto una grande influenza sul modo in cui ho affrontato i miei progetti. Per il mio progetto Bol Chair, volevo creare un prodotto che aiutasse ad alleviare lo stress dello smartworking, poiché avevo appreso che molti smartworkers hanno difficoltà a staccare la spina dal lavoro. Bol Chair doveva aiutare la transizione tra lavoro e relax. Volevo che trasmettesse una sensazione accogliente e confortevole anche senza un modello fisico che gli utenti potessero testare. Ho usato KeyShot per creare quell’atmosfera nei miei rendering tramite le trame dei materiali che potevo scegliere, creando una scena e creando un ambiente HDRI. Penso che l’illuminazione fosse importante per creare l’atmosfera, quindi l’ho fatta sembrare sera, quando le persone finiscono il lavoro e iniziano a rilassarsi.

In che modo KeyShot ti ha aiutato a crescere come designer?

Poiché la pandemia mi ha reso difficile l’accesso a un’officina e ad altre risorse fisiche per la creazione di modelli, ho finito per affidarmi maggiormente a KeyShot e SolidWorks per rappresentare accuratamente i miei progetti. La creazione di immagini di prodotto su KeyShot mi ha permesso di mostrare i miei progetti in modi che non sarebbero stati possibili nemmeno con i modelli fisici. KeyShot ha contribuito a risparmiare tempo e risorse per la creazione di modelli. Sono stato in grado di concentrarmi maggiormente sugli aspetti ergonomici dei miei modelli fisici e utilizzare KeyShot per concentrarmi sulla visualizzazione dell’estetica. Sono stata anche in grado di dimostrare facilmente come funzionavano i miei progetti con l’intuitiva funzione di animazione.  

“Mentre stavo imparando KeyShot, per me era davvero importante esplorare il lavoro di altre persone, cosa che mi ha ispirato e mi ha mostrato le possibilità di ciò che potevo ottenere se dedicavo tempo e impegno. Vedevo i loro rendering e poi ricercavo come facevano le cose e nel tempo sono stato in grado di imparare molto su KeyShot e le sue caratteristiche che mi avrebbero permesso di creare rendering di cui ero più orgoglioso”.

Che consiglio hai per gli studenti che stanno entrando in KeyShot?

Mentre stavo imparando KeyShot, per me era davvero importante esplorare il lavoro di altre persone, cosa che mi ha ispirato e mi ha mostrato le possibilità di ciò che potevo ottenere fintanto che dedicavo tempo e impegno. Vedevo i loro rendering e poi ricercavo come facevano le cose e nel tempo ho potuto imparare molto su KeyShot e le sue caratteristiche che mi avrebbero permesso di creare rendering di cui ero più orgogliosa. KeyShot ha anche molte ottime risorse che mi hanno aiutato, tra cui il material cloud e i video tutorial online. Penso che l’utilizzo di queste risorse online sia importante per saperne di più su KeyShot e creare rendering migliori. Sicuramente ho ancora molto spazio per crescere e continuerò a fare affidamento su queste risorse per aiutarmi a imparare. 

“Mi piacciono molto non solo gli aspetti estetici del design industriale, ma anche il modo in cui i prodotti che creiamo possono fare la differenza nella vita delle persone”.