LO SVILUPPO DEL PRODOTTO TRAMITE PROTOTIPAZIONE DIGITALE CON KEYSHOT 19 Aprile 2023 – Pubblicato in: KeyShot

Che tu sia un ingegnere, un progettista industriale o un responsabile di sviluppo, sai che le risorse finanziarie disponibili per sviluppare un nuovo prodotto sono sempre in diminuzione. Devi trovare modi per ottenere il massimo dal tempo e dal denaro a tua disposizione.

Ho guidato team di sviluppo prodotto per grandi aziende di elettronica di consumo e una soluzione che ho trovato è quella di aumentare il nostro investimento nella prototipazione virtuale, invece di spendere settimane o mesi e migliaia di dollari solo per produrre prototipi fisici. I prototipi digitali sono più economici e veloci in molti modi, perché permettono di ottenere feedback prima e spesso portano a decisioni di design migliori.

Nessuno svantaggio nella prototipazione digitale

L’ho visto di persona: la comunicazione facilitata dalla prototipazione digitale può essere preziosa. Le visualizzazioni che mostrano sezioni trasversali, animazioni e viste esplose (dove i pezzi possono essere smontati e rimontati in pochi secondi) aiutano gli stakeholder e i produttori a capire meglio le tecniche dei prodotti e le importanti decisioni che devono essere prese.

Ecco cosa ho visto aiutare i team a fare la prototipazione digitale:

  • Trovare problemi di produzione prima che un prodotto sia fabbricato

    Supponiamo che il design di un prodotto richieda un divario perfettamente parallelo, come il divario tra i componenti cosmetici accoppiati. In base al design di quel prodotto, il divario potrebbe non essere perfettamente parallelo dopo la produzione. Una visualizzazione iper-realistica di KeyShot può mostrare quel divario da vari angoli, assicurandosi che i responsabili delle decisioni capiscano come apparirà effettivamente il prodotto finale una volta prodotto fisicamente, informando l’architettura del prodotto e risparmiando tempo e costi per vedere il risultato fisico durante la produzione di massa.

  • Aiutare gli asset non tecnici a prendere decisioni migliori

    I dirigenti spesso hanno difficoltà a capire gli ingegneri; il lavoro degli ingegneri e il linguaggio che usano tendono ad essere o estremamente tecnici. Ma quando presento un progetto con le visualizzazioni KeyShot menzionate in precedenza – le animazioni, le sezioni trasversali e le viste esplose – questi responsabili delle decisioni si sentono più coinvolti, più inclusi e capiscono immediatamente eventuali problemi.

    La visualizzazione con KeyShot porta a migliori domande da parte di un pubblico molto più ampio di persone, prima. Vedete, al di fuori del gruppo di sviluppo, ci sono general manager, marketer, venditori ecc., che di solito hanno opinioni preziose su un concept o un problema. Grazie alla visualizzazione del progetto tramite KeyShot il coinvolgimento dei reparti anche non tecnici aumenta e si ottengono preziosi consigli.

    Una volta ho presentato un’animazione di una penna digitale per confermare che avevamo seguito le regole di progettazione per la produzione. Ho mostrato un’animazione della penna che veniva assemblata, e uno dei general manager ha detto: “Perché non vedo una visualizzazione del genere in ogni riunione a cui partecipo? Non avevo idea che fosse così complicato”. La complessità sottostante con cui le squadre di ingegneria devono confrontarsi spesso passa inosservata.

    Ho anche usato le animazioni per mostrare, in azione, due diversi metodi di produzione di un nuovo prodotto. Presentati affiancati in tempo reale permette ai tecnici e non di scegliere in piena consapevolezza il design o il processo produttivo che ritengono più appropriato.

  • Rendere il processo di progettazione e ingegneria più visibile

    Un prodotto finale richiederà decine di iterazioni. Con KeyShot, è molto facile allinearle e mostrare come quel prodotto si è evoluto dall’inizio alla fine, questo li aiuta a capire tutto il processo produttivo. Mostrare come si sia passati da 20 diverse versioni a quella finale porta trasparenza e rispetto per un lavoro che in precedenza era nascosto.

Trappole da evitare

Gli ingegneri non sono designer – e nel mondo aziendale c’è una linea chiara tra i due campi. Quindi chiedere a un ingegnere di usare KeyShot per creare rendering di concetti di ingegneria, utilizzando uno strumento più comunemente usato dai designer industriali, può essere poco apprezzato da entrambi i campi. Alcuni ingegneri potrebbero protestare nel fare “lavori di progettazione”, e alcuni designer potrebbero sentirsi esclusi dal lavoro degli ingegneri.

Ho formato gli ingegneri su come evitare i potenziali attriti di queste situazioni. Abbiamo messo in atto diverse regole importanti, come: lavorare solo su dettagli interni di ingegneria o di produzione e astrazioni. Non entrare nel modo in cui apparirà il prodotto generale, non è il tuo lavoro – usa KeyShot per portare problemi di ingegneria a una maggiore/ampia comprensione.

Non tutti gli ingegneri sono interessati ad imparare l’utilizzo di KeyShot. Tuttavia, ho notato che coloro che lo sono tendono ad essere più flessibili e comunicativi. Sono in grado di gestire la complessità, l’ambiguità ed eventuali feedback vaghi o poco chiari. Gli ingegneri del mio team che hanno apprezzato l’utilità di KeyShot sono stati particolarmente bravi a collaborare con i designer, poiché erano interessati a comprendere l’aspetto e il funzionamento dei prodotti. Questi ingegneri motivati sono estremamente preziosi per qualsiasi organizzazione e insegnare loro come utilizzare KeyShot è stato il mio modo di far capire ad altri stakeholder il loro valore.

La prototipizzazione digitale è un investimento prezioso.

In oltre vent’anni di esperienza nella guida di team di ingegneria, ho creato prototipi per dispositivi che richiedevano un’immediata attrattiva. Il mio compito è stato sempre quello di consegnare una visione del prodotto. L’utilizzo di KeyShot per creare prototipi digitali è stato un’esperienza inestimabile e quindi consiglio vivamente al tuo team di provarlo. Grazie a questa tecnologia, gli ingegneri, i designer, i marketer e gli stakeholder comprenderanno meglio i concetti, i problemi e i compromessi coinvolti nel processo di sviluppo del prodotto. Saranno quindi in grado di prendere decisioni di progettazione migliori in una fase più precoce del processo, portando così i prodotti sul mercato più velocemente. Questa scelta rappresenta una vittoria completa per l’intera organizzazione.

Di NEIL O’CONNELL

Neil O’Connell è un leader nello sviluppo di nuovi prodotti con oltre vent’anni di esperienza nell’elettronica di consumo. Ha guidato i team di Microsoft e Logitech e detiene 24 brevetti.

PROVA SUBITO KEYSHOT 2023