TT Games: LEGO e KeyShot Pubblicato in: KeyShot

LEGO ha costruito un franchising grazie ai suoi piccoli blocchi colorati che, negli ultimi anni, sono diventati il requisito supplementare per il genere geek-movie. Come se non fossero già abbastanza coinvolgenti. Beh, hanno fatto un ulteriore passo in avanti, costruendo un impero con 20 videogiochi multi-piattaforma e altri in arrivo. Il 2015 segna il decimo anniversario in cui TT Games ha guidato lo sviluppo dei quei giochi che hanno trasformato i nostri film con complotti avvincenti, rompicapi impegnativi e innovativi videogiochi meccanici. Stephen Bate, che ha guidato il design per la maggior parte di quegli anni, ci racconta come ha iniziato e come viene utilizzato KeyShot durante tutto il processo di sviluppo del gioco.

TT Games / Stephen Bate
Software usato per la modellazione: Autodesk Maya
Website: ttgames.com/

Con un background in architettura, cosa ti ha portato ad interessarti all’arte del 3d/game?
Dopo 12 anni e mezzo di lavoro nel settore edile, passando dal disegno al CAD, e infine alle visualizzazioni 3D, il passaggio alla Game Art sembrava una naturale evoluzione. Avendo già due fratelli nell’industria del gioco, quando si è presentata l’opportunità di lavorare come artista ambientale lavorando sul volo e sulla guida, ho colto l’occasione. Naturalmente l’industria dei giochi può essere volubile, ed infatti, dopo pochi mesi sono stato licenziato insieme al 50% dello studio. Ero determinato a non lasciare che quella battuta d’arresto mi scoraggiasse, così ho trascorso un mese a perfezionare un portfolio che includeva la nave ammiraglia di LEGO Star Wars, grazie alla quale sono arrivato a lavorare per TT Games, inizialmente come Environment Artist.
Il passaggio dalla progettazione di edifici in mattoni e malta, alla progettazione e costruzione in mattoni LEGO è stato facile e mi è sembrato perfettamente naturale!
Lavorando nel mondo dell’architettura ho spesso utilizzato parti prefabbricate con cui costruire edifici di forme e dimensioni diverse; e quando lavoro con LEGO è esattamente la stessa cosa, ma su scala microscopica. LEGO lavora su un sistema a griglia ed è davvero geniale – tutto si adatta al sistema, quindi si può fare qualsiasi cosa. Abbiamo oltre 4000 pezzi nella nostra libreria virtuale, tra cui scegliere per costruire i nostri progetti. La nostra libreria viene aggiornata quotidianamente con nuove parti, ognuna ufficialmente autorizzata da LEGO.

Quali sono i punti salienti della tua carriera?
La più grande gioia nel lavorare nell’industria dei giochi è quella di vedere il mio gioco sullo scaffale…e una gioia ancora più grande è quando si arriva al numero 1! Per quanto soddisfacente fosse vedere costruito un edificio che io stesso avevo progettato, non c’è niente di meglio che portare a casa un gioco LEGO per divertirmi con i miei figli.
Un altro momento clou della mia carriera è stato quando alcuni dei miei rendering sono stati visualizzati su riviste e su Internet; e ancora più emozionante è stato quando i miei rendering sono stati stampati sulle scatole LEGO!

Cos’è unico nel tuo approccio a un progetto?
Il mio team LEGO cerca continuamente di creare risorse di gioco realistiche ed entusiasmanti, assicurandosi sempre che ognuno dei nostri progetti possa essere costruito fisicamente utilizzando veri mattoni LEGO.

In quale fase del progetto viene utilizzato KeyShot?
Ogni volta che costruiamo un gioco, sia esso un veicolo o un oggetto di scena, ci piace sempre convertire il modello in una immagine in alta risoluzione e renderizzarlo in KeyShot. È la cosa più vicina alla costruzione dell’oggetto reale. I veicoli ad esempio, devono essere approvati da LEGO e non c’è niente di meglio di un rendering ad alta risoluzione per comunicare l’idea.

Cosa rende KeyShot uno strumento importante da avere?
KeyShot è veloce e facile da usare e ci permette di creare immagini fotorealistiche. È arrivato persino al punto in cui non possiamo davvero distinguere la differenza tra una foto di mattoni veri e propri o un’immagine fatta con KeyShot!

Che consiglio daresti a qualcuno interessato a fare quello che fai?
La cosa più importante è avere una passione per LEGO, l’amore per la modellazione accurata e una mente creativa. Sono cresciuto giocando con LEGO, il che mi ha portato naturalmente a una carriera nel design creativo. Speriamo che i nostri giochi ispirino i bambini ad amare LEGO e ad essere creativi…e magari un giorno diventare essi stessi designers.